21K

21km - 990mt D+

Trail di grande suggestione sulla conca dell’Alpago e che sale fino a lambire la foresta del Cansiglio.

Un tracciato scorrevole ma estremamente vario, immerso nel verde ma sempre con lo sguardo al blu del Lago di Santa Croce.

La 21K in sintesi

Distanza:21 km circa
Dislivello:990mt D+ / D-
Partenza:8 settembre 2019 – ore 08.30 – Campi sportivi Farra d’Alpago
Arrivo:massimo 5h30m – Chiusura competizione ore 14.00
Cancelli orari:Ponti Romani ore 12.30 (15km) 
Ristori:4 Ristori
Partecipanti:massimo 400 partecipanti
Iscrizioni:ONLINE
Materiale obbligatorio:     vedi art. 15 del regolamento
Punti UTMB:1 punto
Traccia Gpx:GPX

Il tracciato della 21K

Descrizione percorso

La 21K si svolge nella Conca dell’Alpago in concomitanza all’EcoTrail della quale ha in comune la prima e ultima parte del percorso.

 

Il tracciato della gara si svolge su sentieri, carrarecce e strade interpoderali; limitati al massimo i tratti asfaltati e gli attraversamenti stradali.

 

È ben variegato anche se impegnativo perché il dislivello è di circa 1000 D+ circa ed è a tratti nervoso. Si alternano salite facili e tratti impegnativi; non mancano le discese tecniche. Sono quattro le salite di maggiore rilievo.

 

Il percorso dapprima segue il tracciato della gara Alpago EcoTrail passando per località La Viola da dove inizia l’antico “troi delle scalette”, un bel sentiero in salita che porta alla frazione di Sitran con i suoi caratteristici Portici.

 

Da qui si prosegue lungo il panoramico pianoro di Nusieda. Si scende poi nelle selvagge Valde e si risale la dorsale di fronte, sempre per sentiero, fino al grazioso paesino di Valzella e alla chiesa di San Piero, dalla quale si gode uno splendido panorama sul lago di Santa Croce.

 

Attraversato il paese di Torch si scende a località Panigaia e quindi si attraversa la strada provinciale e si imbocca il “Sentiero dei Morti”, così denominato perché in passato era utilizzato per raggiungere la chiesa della “Pieve” per i funerali, un po’ inquietante sia per il nome che per l’ambiente selvaggio e per la pendenza in discesa piuttosto elevata.

 

Giunti sul torrente Tesa lo si attraversa e si imbocca a destra in salita la stradina asfaltata in località Costela per poi deviare lungo un bel sentiero che sale in cresta alla località Sommacosta e quindi al paese di Valdenogher, punto più alto del percorso e belvedere maestoso sui monti dell’Alpago.

 

Attraversato il paese si scende a tornantini lungo una stradina sterrata e quindi, attraversato un torrente, si raggiunge il borgo abbandonato di Tomas, ritornando sul tracciato dell’Alpago EcoTrail. Poi si prosegue inizialmente per strada asfaltata fino all’imbocco del Ponte sul vallone di Spert, primo dei due caratteristici ponti di costruzione Romana con una bellissima cascata che fa da cornice.

 

Si continua in salita e si raggiunge il secondo Ponte Romano che attraversa il torrente Runal, oltrepassando un orrido veramente impressionante.

Terminata la salita si lascia sulla sinistra il sentiero che porta alla chiesetta votiva della Madonna della Runal e si prosegue sulla destra dapprima per sentiero in falsopiano e poi per comoda carrareccia in discesa fino a raggiungere la strada asfaltata che porterà in breve sopra la località di Pianture e, dapprima per un ripido ed insidioso sentiero, poi per una stradina a tratti asfaltata, si raggiunge il luogo d’arrivo a Farra d’Alpago.

Immersi nella natura

Il regolamento della 21K

La Pro Loco Pieve d’Alpago organizza per domenica 8 settembre 2019 una gara di Trail Running, corsa a piedi su media distanza, in ambiente prealpino, che percorre attraverso sentieri, mulattiere e carrarecce, un anello nei pressi del Lago di Santa Croce, partendo dalla spiaggia del Lago e arrivando presso l’area attrezzata situata in prossimità dei Campi sportivi di Farra d’Alpago.

La gara, denominata Alpago 21K, avrà una lunghezza di circa 21 km e un dislivello positivo di circa 990 mt.

La gara assegna 1 punto UTMB.

La manifestazione è disciplinata dal presente regolamento e dalle Informazioni pubblicate su questo sito.

a) esperienza e conoscenza dell’ambiente montano; 

b) buona preparazione fisica; 

c) solida capacità d’autonomia personale che permetta di gestire i problemi derivanti da questo tipo di prova;

d) abbigliamento adeguato alla situazione;

e) massima prudenza; 

f) correttezza sportiva; 

g) rispetto dell’ambiente. 

Presentandosi alla partenza l’atleta dichiara: 

  • di essere in condizioni fisiche e psichiche tali da poter affrontare la gara; 
  • di essersi documentato in merito ai rischi ed alle difficoltà che il percorso comporta; 
  • di aver preso atto della lunghezza del percorso e delle difficoltà che questa corsa in natura comporta; 
  • di non essere a conoscenza di alcuna condizione medica pregressa, o di lesioni che possano porlo a rischio nel corso dell’evento; 
  • di aver comunicato al medico di gara qualsiasi informazione sanitaria e/o patologia che potrebbero aumentare i rischi durante l’evento.  

La gara si svolgerà in semi-autosufficienza idrica e alimentare. 

La semi-autosufficienza è definita come la capacità ad essere autonomi tra due punti di ristoro, riferita alla sicurezza, all’alimentazione ed all’equipaggiamento, permettendo così di adattarsi ai problemi riscontrati o prevedibili. 

Ogni concorrente dovrà accertarsi di disporre, alla partenza da ogni posto di ristoro, della quantità di bevande, cibo ed attrezzatura sufficienti per arrivare al successivo posto di ristoro. 

È proibito farsi accompagnare sul percorso da un’altra persona che non sia regolarmente iscritta. 

È proibita ogni assistenza esterna al di fuori delle aree di ristoro. 

La gara si svolgerà in conformità al presente regolamento, alle eventuali modifiche ed agli avvisi che saranno pubblicati nel sito: www.alpagoecotrail.it 

La partecipazione alla gara comporta da parte dei concorrenti l’accettazione, senza riserve del presente regolamento, in tutte le sue parti. 

La gara aderisce alle “Linee Guida del Trail Running Italiano” definite ad Albisola Superiore (SV) il 27-28 novembre 2010 disponibili qui: www 

Potranno iscriversi alla gara tutte le persone che abbiano compiuto 18 anni alla data di svolgimento della corsa, in possesso di certificato medico sportivo per l’attività agonistica di atletica leggera in corso di validità alla data di svolgimento della corsa. 

Gli atleti stranieri dovranno produrre l’apposito certificato scaricabile dal sito www.ecotrail.it 

Le iscrizioni dovranno essere fatte on-line tramite la pagina dedicata su EnterNow: iscrizioni

È possibile iscriversi anche presso Sport Vuerich a Bastia di Puos d’Alpago.

Le iscrizioni on line chiuderanno venerdì 6 maggio 2019 alle ore 19.00 o al raggiungimento dei 400 concorrenti. 

Nel caso in cui il concorrente iscritto non fornisca il certificato medico sportivo, il pettorale non potrà essere consegnato ed il concorrente non potrà prendere parte alla gara, senza diritto ad alcun rimborso della quota di iscrizione. 

Nel caso in cui le iscrizioni vengano chiuse per raggiungimento del numero massimo con largo anticipo è facoltà dell’organizzatore, l’istituzione di una lista d’attesa per l’accettazione di ulteriori iscrizioni a fronte di eventuali rinunce. 

Non saranno accettati atleti che stanno scontando squalifiche per uso di sostanze dopanti. 

L’iscrizione alla 21K 2019 avrà i seguenti costi:

  • fino al 15 giugno 2019: 20,00 Euro. Iscrizione senza Gadget.
  • dal 16 giugno al 15 agosto 2019: 29,00 Euro;
  • dal 16 agosto al 6 settembre: 35,00 Euro.

La quota di iscrizione comprende:

  • tutti i servizi descritti nel presente regolamento;
  • il pacco gara;
  • il servizio di soccorso e assistenza lungo tutto il percorso di gara;
  • i rifornimenti e ristori in gara e all’arrivo;
  • l’accesso al Pasta Party del sabato sera e del pranzo fine gara;
  • eventuali trasporti all’arrivo in caso di ritiro;
  • il road book del percorso;
  • la mappa del percorso;
  • il file gps del percorso.

Sarà rimborsato, a richiesta, il 50% della quota pagata nel caso di infortunio che impedisca la partecipazione. L’interessato dovrà inviare dettagliata documentazione medica a info@alpagoecotrail.it. Il rimborso è soggetto a valutazione dell’organizzazione.

È ammesso il trasferimento di pettorale fino a due settimane prima della partenza. Le modalità per il cedente saranno indicate sul sito www.alpagoecotrail.it. Il ricevente si dovrà iscrivere con la normale procedura. Il trasferimento di pettorale costa Euro 10,00.

Non ci sarà nessun trasporto per i concorrenti.

Non è previsto servizio di pernottamento in area partenza o arrivo.

La consegna dei pettorali avverrà:

  • sabato 7 settembre 2019 dalle ore 15.00 alle ore 20.00 presso i Campi Sportivi di Farra d’Alpago (nei pressi del lido del Lago) in Viale Europa;
  • il giorno della gara dalle ore 07.15 alle ore 08.00 sempre presso i Campi Sportivi di Farra d’Alpago.

Ogni pettorale è rimesso individualmente ad ogni concorrente su presentazione di un documento d’identità con foto o a persona terza munita di apposita delega scritta e fotocopia del documento di identità del delegante.

Il pettorale deve essere portato sul petto o sul ventre o sulla parte anteriore della coscia ed essere reso visibile sempre nella sua totalità durante tutta la corsa. Il pettorale non deve essere oscurato né modificato, anche parzialmente. Deve essere quindi posizionato sopra tutti gli indumenti o accessori (è consigliato l’uso del portapettorale) ed in nessun caso fissato altrove. Il pettorale è il lascia-passare necessario per accedere alle aree di rifornimento, agli spogliatoi e ai ristori.

La carta topografica del percorso, nella sua edizione più aggiornata, sarà disponibile su www.alpagoecotrail.it.

Il roadbook sarà pubblicato su www.alpagoecotrail.it. In esso vi saranno le informazioni pratiche come gli orari di chiusura dei posti di controllo e l’altimetria del percorso. Ogni aggiornamento verrà pubblicato sui siti sopra indicati. Nessuna copia della carta del percorso sarà consegnata con i pettorali ai concorrenti.

L’organizzazione si riserva il diritto di modificare in ogni momento il percorso o l’ubicazione dei posti di soccorso e di ristoro, anche senza preavviso. In caso di condizioni meteorologiche avverse e tali da mettere a rischio la sicurezza dei concorrenti, la partenza può essere posticipata o annullata, il percorso può essere modificato e/o ridotto, oppure la corsa potrà essere sospesa o fermata in qualsiasi punto del tracciato. La sospensione, l’interruzione o l’annullamento della corsa non daranno diritto ai concorrenti ad alcun rimborso della quota di iscrizione.
Le informazioni saranno inserite, per quanto possibile, nel sito www.alpagoecotrail.it

È consigliato portare con sé il seguente materiale per tutta la gara:
a) scarpe da trail running (devono essere indossate);
b) giacca impermeabile con cappuccio adatta a condizioni di maltempo in montagna;
c) scorta d’acqua ed alimentare;
d) bicchiere o altro contenitore simile per bere;
e) berretto o altro copricapo idoneo;
f) telefono cellulare acceso con carica di batteria sufficiente per tutta la gara.

Per coloro che sono muniti di apparecchio gps c’è la possibilità di scaricare dal sito della gara il file con la traccia del percorso.
È consentito l’uso dei bastoncini (che dovranno essere tenuti per tutto il percorso). Questi devono essere maneggiati in modo da non danneggiare altre persone.

I concorrenti dovranno presentarsi alla partenza presso i campi sportivi di Farra d’Alpago entro le ore 08.00 di domenica 8 settembre 2019.

Prima della partenza ogni concorrente deve obbligatoriamente passare per i cancelli d’ingresso alla zona chiusa di partenza per farsi registrare. Il mancato accesso entro l’ora di partenza determina l’esclusione dalla classifica.
La punzonatura è indispensabile poiché il riscontro tra due controlli successivi permette di accertare che non vi
siano concorrenti mancanti. In caso di omessa registrazione del passaggio e del conseguente avvio delle ricerche del concorrente, ogni spesa derivante verrà addebitata al concorrente stesso.
La partenza sarà data alle ore 8.30 di domenica 8 settembre 2019.

Il tracciato è prevalentemente su sentiero e su carrarecce. 
Il percorso è indicativamente così composto:

  • sentiero 33%;
  • sterrato 33%;
  • strada asfaltata o cementata 33%.

I chilometri non sono segnati.
I concorrenti dovranno rispettare rigorosamente il percorso di gara segnalato evitando di uscire da sentieri o piste, prendere scorciatoie o tagliare tratti del tracciato.
I concorrenti sono tenuti al rispetto del codice della strada, in particolare nei tratti in cui il tracciato segue e/o attraversa la viabilità ordinaria, che rimarrà aperta al traffico veicolare.

Ci potranno essere controlli non preannunciati sul regolare transito.
Il percorso sarà segnalato con bandierine, balise, frecce, cartelli, segnaletica orizzontale ed altri accorgimenti ritenuti opportuni. Normalmente, subito dopo ogni bivio, incrocio o simile si deve trovare una conferma del percorso. Se la conferma non si trova è preferibile tornare indietro.

Ci potranno essere volontari agli incroci più delicati ma non è garantita la loro presenza in tutti i punti.

In caso di fenomeni meteo significativi l’organizzazione si riserva di effettuare anche all’ultimo variazioni di percorso in modo da eliminare potenziali pericoli o condizioni di forte disagio per i partecipanti.

Le eventuali variazioni saranno comunicate ai partecipanti e segnalate dagli addetti. L’organizzazione si riserva
inoltre, in caso di cattive condizioni meteorologiche e/o per ragioni di sicurezza, il diritto di sospendere o interrompere la prova in corso, ritardare la partenza, variare il percorso o modificare i cancelli orari.

Sul percorso saranno presenti addetti dell’organizzazione in contatto con la direzione di gara, tramite ponte radio.
Lungo il percorso ci saranno dei posti di soccorso destinati a portare assistenza a tutte le persone in pericolo, con i mezzi dell’organizzazione o tramite organismi convenzionati. I medici ufficiali sono abilitati a sospendere i concorrenti giudicati inadatti a continuare la gara.
Il percorso è in molti punti inaccessibile ai veicoli: il concorrente in difficoltà potrà essere raggiunto a piedi dal personale di soccorso o dai volontari dell’organizzazione.
I soccorritori sono abilitati ad evacuare con tutti i mezzi di loro convenienza i concorrenti giudicati in pericolo. In caso di necessità, nell’interesse della persona soccorsa, solo ed esclusivamente a giudizio dell’organizzazione, si farà appello al soccorso ufficiale, che subentrerà nella direzione delle operazioni e metterà in opera tutti i mezzi appropriati, compreso l’elicottero. Le eventuali spese derivanti dall’impiego di questi mezzi eccezionali saranno a carico della persona soccorsa secondo le norme vigenti. Per questo i concorrenti valutino un’assicurazione personale che copra eventuali costi per l’elitrasporto.
Un concorrente che fa appello ad un medico o ad un soccorritore si sottomette di fatto alla sua autorità e si impegna a rispettare le sue decisioni.
Sul percorso sarà presente almeno un’ambulanza in contatto con l’elisoccorso, pronto ad intervenire.
I concorrenti dovranno tenere un comportamento rispettoso dell’ambiente, evitando in particolare di raccogliere fiori, danneggiare la flora o molestare la fauna.
L’allontanamento dal tracciato ufficiale, oltre a comportare la squalifica dalla gara, avverrà ad esclusivo rischio e pericolo del concorrente.
I concorrenti devono seguire le istruzioni fornite dal personale dell’organizzazione, specialmente in caso di emergenze, sospensione od interruzione dell’evento.

Verranno organizzati lungo il percorso nelle seguenti località:

1° ristoro: 8 km ca – Torch;
2° ristoro: 11 km ca – Costela;
3° ristoro: 14 km ca – Valdenogher;
Ultimo ristoro: 18 km ca – Pianture.

Presso i ristori saranno disponibili acqua, bevande e cibo da consumare sul posto.
Presso i ristori sarà disponibile acqua per i rifornimenti.
In nessun ristoro saranno disponibili bicchieri; per bere i concorrenti dovranno munirsi di bicchiere o altro contenitore personale adatto all’uso.
È vietato bere dalle bottiglie.
I rifiuti devono essere conferiti negli appositi raccoglitori.
La rilevazione del passaggio, che avverrà a cura dell’organizzazione, è indispensabile poiché il riscontro tra due controlli successivi permette di accertare che non vi siano concorrenti mancanti.

In caso di omessa registrazione del passaggio e del conseguente avvio delle ricerche del concorrente, ogni spesa derivante verrà addebitata al concorrente stesso.

Il tempo massimo per giungere all’arrivo è di 5h30m.
Sarà presente 1 cancello orari0 lungo il percorso:
in località Ponti Romani (km 15 circa) con chiusura alle ore 12.30.

Tutti i partecipanti che non dovessero ripartire dal cancello entro l’orario prestabilito, verranno squalificati e non potranno più proseguire la gara. Ad essi verrà ritirato o annullato il pettorale e se dovessero proseguire lungo il percorso, lo faranno a loro rischio e pericolo e l’organizzazione non garantirà alcun servizio.
Presso il cancello orario sarà istituito un servizio di trasporto all’arrivo dei concorrenti ritardatari, ritirati, infortunati o non in grado di proseguire.

È previsto un “servizio scopa” che percorrerà il tracciato seguendo l’ultimo concorrente, in modo da essere d’aiuto ad eventuali ritirati ed evitare che eventuali infortunati rimangano senza assistenza. Il servizio scopa toglierà tutte le indicazioni (fettucce, frecce, cartelli, etc.) dal percorso.

L’arrivo è nell’area attrezzata presso i Campi Sportivi di Farra d’Alpago, dove è partito il trail.

All’arrivo saranno disponibili docce calde e spogliatoi.

Dei controllori sul percorso sono abilitati a verificare il rispetto dell’intero regolamento. Le irregolarità accertate anche a mezzo di immagini video pervenute all’organizzazione dopo la gara, potranno causare squalifiche. La giuria di gara può pronunciare la squalifica di un concorrente, anche per una o più edizioni successive, in caso di mancanza grave al regolamento, in particolare di:

    • uso di un mezzo di trasporto;
    • pettorale portato in modo non conforme;
    • scambio o cessione di pettorale;
    • alterazione od oscuramento del pettorale;
    • mancata rilevazione ad un posto di controllo;
    • mancanza di parte o della totalità del materiale obbligatorio;
    • rifiuto di sottoporsi al controllo del materiale obbligatorio;
    • partenza da un cancello orario dopo l’orario prestabilito;
    • doping o rifiuto di sottomettersi ad un controllo anti-doping;
    • mancata assistenza ad un altro concorrente in difficoltà;
    • uso di assistenza personale al di fuori dei punti consentiti;
    • abbandono di proprio materiale lungo il percorso;
    • mancato rispetto del divieto di farsi accompagnare sul percorso;
    • abbandono di rifiuti sul percorso;
    • inquinamento o degrado del luogo da un concorrente o da un membro del suo staff;
    • insulti, maleducazione, minacce o insubordinazione verso i membri dell’organizzazione o dei volontari o dei soccorritori.

Il concorrente che vorrà ritirarsi dovrà:

  • comunicarlo subito via sms (indicando nome, cognome, n° di pettorale, ritirato) all’organizzazione. La comunicazione non è necessaria se il ritiro avviene ad un cancello orario.
  • raggiungere un cancello orario (dal quale potrà essere riaccompagnato all’arrivo dai volontari presenti ma solo dopo la chiusura del cancello e compatibilmente con i posti auto disponibili) oppure;
  • raggiungere un ristoro (dal quale potrà essere riaccompagnato all’arrivo dai volontari presenti ma solo dopo la chiusura del ristoro e compatibilmente con i posti auto disponibili) oppure;
  • chiedere l’intervento dei soccorsi.

Al concorrente ritirato verrà tolto o annullato il pettorale.
La segnalazione di ogni ritiro è fondamentale per evitare che vengano allertati inutilmente i soccorsi: in tale caso le eventuali spese di soccorso potranno essere a carico del concorrente.

L’organizzazione sottoscrive un’assicurazione di responsabilità civile per tutto il periodo della gara. La partecipazione avviene sotto l’intera responsabilità dei concorrenti, che rinunciano ad ogni ricorso contro gli organizzatori in caso di danni e/o di conseguenze ulteriori che sopraggiungano in seguito alla gara. Al momento dell’iscrizione il concorrente deve accettare una liberatoria di scarico responsabilità.

Ogni concorrente rinuncia espressamente ad avvalersi dei diritti all’immagine raccolta durante (o nei pressi del) la prova così come rinuncia a qualsiasi ricorso contro l’organizzazione ed i suoi partners abilitati, per l’utilizzo fatto della sua immagine.
Tutti i dati raccolti in relazione alla gara saranno utilizzati solo per l’organizzazione e gestione della stessa e per eventuali iniziative promozionali connesse anche per edizioni future.

Non sono previsti premi in denaro. 

I premi non ritirati alla apposita cerimonia si considerano per rifiutati.

La gara aderisce alla campagna promossa da Spirito Trail “io non getto i miei rifiuti”. Chiunque sarà sorpreso ad abbandonare rifiuti lungo il percorso sarà squalificato e incorrerà nelle eventuali sanzioni previste dai regolamenti comunali.
I rifiuti possono essere conferiti solo negli appositi contenitori nelle aree di ristoro.
Il rispeto di fauna e flora sono obbligatori per tutti.

I concorrenti che non arriveranno al traguardo entro il tempo massimo non saranno inseriti in classifica né considerati “finisher”.

Eventuali reclami dovranno essere presentati in forma scritta all’organizzazione entro 30 minuti dal tempo massimo. Sui reclami deciderà la giuria di gara composta da:

  • un rappresentante del comitato organizzatore;
  • un rappresentante della sicurezza;
  • un rappresentante dell’equipe medica.

Le decisioni saranno prese in un tempo compatibile con gli obblighi della corsa, su tutti i motivi di contesa o decisioni verificatesi durante la corsa. Le decisioni prese sono inappellabili.

Gli organizzatori invitano i concorrenti a non fare uso di farmaci durante la gara o in vista della stessa salvo che l’uso sia determinato da motivi di salute non connessi alla gara.

Sport Vuerich
Suunto - Salomon - Alpago EcoTrail
Giesse - Ital-Lenti - Alpago EcoTrail